MailWI
Strumenti professionali per la tua Posta Elettronica.
clicca per aprire l'immagine
 

 
 
Nota
i servizi MailWI sono attivati dopo l’installazione delle linee con tempi e modalità concordati con il Cliente

Note per gli utenti POP3
per i Clienti che utilizzano la posta elettronica con il protocollo POP3, il servizio Antivirus e Antispam inoltra giornalmente un’email di avviso con la lista dei messaggi bloccati nelle 24 ore precedenti
i messaggi bloccati possono essere scaricati in completa autonomia
il servizio può essere attivato e disattivato in ogni momento in completa autonomia

Limitazioni
il servizio non è disponibile nel profilo Vianova 1.1
la dimensione massima della singola casella di posta elettronica è di 25 GB
i servizi MailWI sono attivabili esclusivamente per le caselle di posta elettronica configurate sul dominio del Cliente in Hosting presso Welcome Italia
le attività e le note sono sincronizzate solo con Microsoft Outlook
Welcome Italia non eroga servizi di assistenza tecnica di primo livello su Microsoft Outlook. Per risolvere eventuali problematiche è necessario pertanto far contattare il nostro Servizio Clienti dall’amministratore di rete della tua azienda o dalla società che si occupa della manutenzione della tua LAN.
il servizio Antivirus protegge il tuo PC dai virus contenuti nei messaggi di posta ma non dai virus che potrebbero trovarsi altrove (es. navigazione su siti pericolosi, pendrive, CD, ecc.) per cui ti consigliamo di installare sul tuo computer un software Antivirus versione desktop e di eliminare subito i messaggi di posta elettronica che contengono allegati di dubbia provenienza 
la dimensione massima di un messaggio di posta gestito dai sistemi di Welcome Italia è di 50 MB ma altri Provider potrebbero configurare parametri inferiori (tipicamente meno di 10 MB) e rifiutare quindi i messaggi che superano tali dimensioni
46,1 è la percentuale di email bloccate dai servizi Antivirus e Antispam, rispetto al numero totale di email ricevute dai nostri Clienti negli ultimi 12 mesi
160,8 sono i milioni di email inoltrate da Welcome Italia negli ultimi 12 mesi
Costo del servizio
contributo di attivazione: incluso
importo mensile: incluso

 

MailWI - Domande frequenti

Sincronizza posta, calendari, attività, contatti e note sui tuoi dispositivi

In questa pagina potrai trovare le risposte alle domande più frequenti sul servizio Vianova Mail

Mostra tutto
Vianova Mail è accessibile con:
  • Outlook 2007 o 2010, installando l’apposito plug-in
  • smartphone e tablet dotati di sistema operativo Android, Apple iOS o Windows Mobile, configurando un account Microsoft Exchange
  • qualsiasi altro client di posta per PC, smartphone e tablet non compatibili, configurando un account IMAP o POP3
  • la Web App, collegandosi all’indirizzo https://mail.vianova.it
La Web App è compatibile con le versioni più recenti dei seguenti browser:
  • Internet Explorer 9 o superiore
  • Mozilla Firefox
  • Safari
No, Office 2010 a 64 bit non supporta i componenti aggiuntivi a 32 bit esistenti.
Si consiglia l’utilizzo di Office 2010 a 32 bit anche su sistemi operativi a 64 bit, poiché tra le due versioni non ci sono particolari differenze in termini di funzionalità del software. Microsoft consente comunque di passare dalla versione a 64 bit a quella a 32 bit.
Il protocollo POP3 fornisce le funzioni base per scaricare e cancellare i messaggi da un server di posta elettronica.
IMAP consente l’accesso e la gestione dei messaggi di posta direttamente sul server, supporta la modalità di lavoro offline e la sincronizzazione della posta.
Microsoft MAPI estende le funzionalità offerte da IMAP, consentendo inoltre di sincronizzare i calendari, i contatti, le attività e le note tra i client.
Microsoft ActiveSync è stato progettato per i device mobili e consente la sincronizzazione delle informazioni tra i dispositivi compatibili e le relative applicazioni.
Sì, è sufficiente aggiungerli seguendo la procedura "Come faccio a configurare Outlook?".
Vianova Mail supporta la crittografia TLS sulla porta 587 solo per l’invio dei messaggi. Per i client di posta che non supportano tale modalità, è possibile utilizzare questa configurazione:

server posta in arrivo:   mail.vianova.it
server posta in uscita:   smtp.welcomeitalia.it
La modalità push consegna i messaggi in tempo reale direttamente ai dispositivi connessi a Internet. Questa tecnologia però può causare un maggiore consumo di batteria perché mantiene una connessione costante col server di posta.
La modalità intervallo sincronizza i messaggi di posta elettronica, i calendari e i contatti a intervalli di tempo predefiniti e configurabili (ad es. ogni 5 minuti, 15 minuti o ogni ora).
Nel caso di ricezione manuale la sincronizzazione è attivata dall’utente tramite il pulsante aggiorna.
La procedura di migrazione del proprio dominio varia a seconda dello scenario.
Il primo passo è richiedere al Servizio Clienti di Welcome Italia l’attivazione del servizio. 

I nostri tecnici procederanno con la creazione dell’account Amministratore (ad es. postmaster@nomedominio.it) e forniranno i dati di accesso al Cliente, che potrà così accedere all’area riservata e creare le caselle di posta, riproducendo così la propria configurazione.

Se il dominio non è mantenuto da Welcome Italia, sarà necessario attendere l’esito della procedura di trasferimento del dominio verso Welcome Italia prima di completare la migrazione. Durante il trasferimento del dominio è possibile che alcuni messaggi email siano inoltrati ancora sul precedente server di posta. Questa situazione temporanea si risolve tipicamente entro 48 ore, il tempo tecnico di propagazione delle zone DNS sulla rete Internet.

Completata l’attivazione degli account sarà possibile configurare i client di posta. La migrazione dei precedenti messaggi email, calendari e contatti consiste solitamente nell’importazione dei file di dati dei vecchi account (ad es. nel formato dati di Outlook .pst).
Ad oggi non esiste una procedura di importazione automatica.
La Web App mostra i messaggi di posta in arrivo entro pochi secondi dalla loro ricezione. Le altre applicazioni, come Calendario e Contatti, si aggiornano ad ogni accesso, oppure spostandosi al loro interno.
Sì, nell’ambito dello stesso profilo di Outlook un solo account principale può convivere con i cosiddetti account “condivisi”.
Supponiamo, ad esempio, di configurare due account sul proprio dominio di posta: account1@miodominio.it (principale) e account2@miodominio.it, entrambi residenti nello stesso profilo. In questo caso sarà necessario concedere all’account1 il permesso di aprire e gestire l’account2, impostando i relativi privilegi.

Da Outlook
  • aggiungere un profilo denominato account2 (vedi Come faccio a configurare Outlook)
  • aprire Outlook e selezionare col tasto destro del mouse la radice dell’account Posta in Arrivo – account2
  • selezionare Proprietà file di dati...
  • selezionare il gruppo Permessi e il pulsante Aggiungi…
  • selezionare dalla rubrica l’utente account1@miodomionio.it, il pulsante Aggiungi e successivamente OK
  • selezionare il profilo desiderato tra quelli proposti (vedi "Qual è il significato dei permessi e profili predefiniti?")
  • selezionare OK per uscire dalla procedura
Per aprire l’account2 in Outlook in cui account1 è il default::
  • selezionare Impostazioni account dal menu File (Outlook 2010) o Strumenti (Outlook 2007)
  • selezionare l’account di posta Zarafa server e successivamente l’icona Cambia…
  • nella finestra Zarafa Collaboration Platform selezionare il gruppo Avanzate e il pulsante Nome
  • selezionare dalla rubrica l’utente account2@miodomionio.it, il pulsante OK e successivamente Aggiungi
  • selezionare OK e verificare l’apertura del nuovo account in Outlook
Da WebApp
  • collegarsi all’indirizzo https://mail.vianova.it con le credenziali di account2
  • selezionare col tasto destro del mouse la radice dell’account Posta in Arrivo – account2 e successivamente Proprietà
  • selezionare il gruppo Permessi e il pulsante Aggiungi
  • selezionare l’utente account1@miodomionio.it e il pulsante OK
  • selezionare il profilo desiderato tra quelli proposti (vedi "Qual è il significato dei permessi e profili predefiniti?")
  • selezionare OK e poi Esci
  • collegarsi con le credenziali di account1
  • selezionare Apri mail condivise…
  • selezionare Nome
  • selezionare l’utente account2@miodomionio.it e OK
  • scegliere il tipo cartella Cassetta Postale e OK
  • verificare l’apertura del nuovo account.
Sì, tramite la seguente procedura:
  • aprire Outlook sul quale è installato l’account da migrare
  • aggiungere un account Vianova Mail
  • selezionare Impostazioni account dal menu File (Outllok 2010) o Strumenti (Outlook 2007)
  • selezionare l’account denominato Zarafa Server e impostarlo come predefinito tramite il pulsante Imposta come predefinito
  • nel gruppo File di dati selezionare dall’elenco la voce Posta in arrivo (percorso “server”), impostarlo come predefinito tramite il pulsante Imposta come predefinito e chiudere la finestra

  • riavviare Outlook
  • selezionare la voce Importa del menu File

  • selezionare il file di dati di Outlook (.pst) da importare
  • seguire le istruzioni a video e attendere il completamento dell’importazione
L’operazione potrebbe impiegare molto tempo a seconda delle dimensioni del file. In caso di file di dati pesanti (ad es. superiori a 1 GB) si consiglia di selezionare i singoli elementi e cartelle da importare, lasciando gli altri elementi nel vecchio file su Outlook. Per spostare manualmente gli elementi tra i due account (Calendario, Contatti, Note e Attività) è sufficiente trascinarli dal vecchio account al predefinito e viceversa.
Attivando il servizio Antivirus e Antispam, Vianova Mail ti proteggerà dai messaggi indesiderati e quelli dannosi contenenti virus informatici. Lo spam, ad esempio, include:
  • messaggi relativi a truffe, lotterie o catene di sant’Antonio
  • messaggi fraudolenti che chiedono informazioni personali
  • messaggi non richiesti con contenuti inopportuni o commerciali (ad es. Viagra, Cialis o Rolex)
Se desideri aiutarci a migliorare il servizio di protezione Antivirus e Antispam e combattere il fenomeno dello spam, puoi segnalarci i messaggi indesiderati inoltrandoli come allegato all’indirizzo spam@welcomeitalia.it.
Sì, è possibile concedere ad uno o più altri utenti il controllo del proprio calendario per fissare, spostare e annullare appuntamenti per proprio conto.
Supponiamo che luca@dominio.it desideri concedere il controllo del proprio calendario alla segretaria stefania@dominio.it. La procedura che segue varia a seconda della modalità di accesso alla posta.

Da Outlook:
  • aprire Outlook e selezionare l’icona Elenco cartelle posizionata in basso a sinistra. In alternativa è possibile premere la combinazione di tasti di scelta rapida CTRL + 6

  • nell’elenco delle cartelle, posizionarsi col mouse sulla voce Calendario e selezionarla col tasto destro
  • selezionare Proprietà dal menu contestuale
  • nella finestra Proprietà Calendario selezionare la voce Permessi e poi il pulsante Aggiungi…
  • nella finestra Global Address Book selezionare l’utente stefania@dominio.it e poi il pulsante Aggiungi

  • è possibile selezionare altri utenti nel caso in cui si desideri concedere il controllo del calendario a più utilizzatori
  • al termine selezionare OK per tornare su Permessi
  • gli utenti autorizzati, tra cui stefania@dominio.it, appariranno nell’area di testo e il valore della colonna Livello di permesso sarà Nessun permesso (No right)
  • selezionare l’utente Stefania e poi la voce Segretario (Secretary) del menu discesa Profilo per attribuirgli i diritti predefiniti al Calendario.

  • confermare la scelta selezionando il pulsante OK
Da Web App:
  • collegarsi all’indirizzo https://mail.vianova.it
  • effettuare l’accesso con le credenziali dell’utente luca@dominio.it
  • espandere il riquadro Posta e selezionare la casella di controllo Mostra tutte le cartelle
  • nell’elenco delle cartelle, posizionarsi col mouse sulla voce Calendario e selezionarla col tasto destro
  • selezionare Proprietà dal menu contestuale
  • nella finestra Proprietà del Calendario selezionare la voce Permessi e poi il pulsante Aggiungi
  • cercare e selezionare l’utente stefania@dominio.it nella lista Global Address Book e poi il pulsante Ok
  • gli utenti autorizzati, tra cui stefania@dominio.it, appariranno nell’area di testo e il valore della colonna Livello di permesso sarà Nessun permesso (No right)
  • selezionare l’utente Stefania e poi la voce Segretario (Secretary) del menu discesa Profilo per attribuirgli i diritti predefiniti al Calendario.
  • confermare la scelta selezionando il pulsante OK
Completata la procedura descritta, l’utente stefania@dominio.it potrà aprire il calendario di luca@dominio.it, aggiungere, modificare e cancellare gli appuntamenti.

Il successivo comportamento di Outlook presenta delle differenze rispetto alla Web App.

Da Outlook:
  • aprire Outlook dell’utente stefania@dominio.it:
  • selezionare Apri le cartelle condivise nella scheda Zarafa
  • selezionare il pulsante Nome nella finestra Cartella di un altro utente
  • cercare e selezionare l’utente stefania@dominio.it nella finestra Global Address Book
  • selezionare il tipo di cartella Calendario (Temporaneo)
  • selezionare il pulsante Ok
  • si aprirà il calendario di luca@dominio.it in una nuova finestra.
Il calendario verrà aperto temporaneamente, ciò significa che alla chiusura di Outlook, o della finestra del calendario, sarà necessario eseguire nuovamente la procedura descritta.

Per aprire il calendario permanentemente è necessario seguire la procedura di seguito indicata.

Da Outlook:
Una volta aperta la cassetta postale di luca@dominio.it, stefania@dominio.it potrà selezionare il calendario di luca@dominio.it nella sezione calendari, visualizzare gli appuntamenti e impostare una comoda visuale affiancata da cui potrà spostare un appuntamento da un calendario all’altro semplicemente trascinandolo premendo il tasto maiuscolo (shift). Senza la pressione di questo tasto l’appuntamento sarà copiato.



L’aggiunta e lo spostamento degli appuntamenti sui calendari condivisi avverrà come di consueto.
L’appuntamento cancellato verrà spostato nella Posta Eliminata dell’utente che esegue l’operazione, mentre per cancellarlo definitivamente è necessario utilizzare la combinazione di tasti di scelta rapida maiuscolo (Shift) + CANC.

Da Web App:
  • collegarsi all’indirizzo https://mail.vianova.it
  • effettuare l’accesso con le credenziali dell’utente stefania@dominio.it
  • espandere il riquadro Posta e selezionare il pulsante posizionato in basso Apri cartelle condivise…
  • nella finestra aperta selezionare l’utente luca@dominio.it e il tipo Calendario
  • confermare la scelta selezionando il pulsante OK
Il calendario di luca@dominio.it verrà mostrato immediatamente sotto la posta dell’utente stefania@dominio.it e potrà essere gestito come cartella permanente, senza la necessità di impostare ulteriori permessi. In questo caso l’aggiunta, la modifica e la cancellazione degli appuntamenti sui calendari condivisi avverrà come di consueto.
Sì, è possibile concedere ad uno o più utenti la delega di spedizione per proprio conto. Supponiamo che l’utente luca@dominio.it desideri concedere all’utente stefania@dominio.it il permesso di spedire email a suo nome.

La procedura che segue varia a seconda della modalità di accesso alla posta.

Da Web App:
  • collegarsi con l’indirizzo https://mail.vianova.it
  • effettuare l’accesso con le credenziali dell’utente luca@dominio.it
  • selezionare la voce di menu Impostazioni
  • selezionare la voce Delegati e il pulsante Aggiungi

  • cercare e selezionare l’utente stefania@dominio.it nella lista Global Address Book e poi il pulsante Ok
  • impostare i permessi delegati Segretario sugli elementi Calendario, Attività, Posta in Arrivo, Contatti, Note e Diario. Per l’elenco completo dei profili vedi Qual è il significato dei permessi e profili predefiniti?.
    Al termine premere il pulsante Ok
  • nella finestra Delegati selezionare il pulsante Applica per terminare
  • scollegarsi ed effettuare l’accesso con le credenziali dell’utente stefania@dominio.it e comporre un messaggio email come di consueto, selezionando come mittente l’utente delegato
Da Outlook:
  • aprire Outlook dell’utente luca@dominio.it e selezionare il pulsante Delegati presente nella scheda Zarafa.
  • nella finestra Delegati selezionare il pulsante Aggiungi
  • nella finestra Global Address Book selezionare l’utente stefania@dominio.it e poi il pulsante Ok
  • impostare i permessi delegati Segretario sugli elementi Calendario, Attività, Posta in Arrivo, Contatti, Note e Diario. Per l’elenco completo dei profili vedi Qual è il significato dei permessi e profili predefiniti?. Al termine premere il pulsante Ok
  • nella finestra Delegati selezionare il pulsante Ok per terminare
  • aprire Outlook dell’utente stefania@dominio.it e comporre un messaggio email come di consueto, selezionando come mittente l’utente delegato.
L’impostazione dei permessi sulle proprie cartelle di posta (ad es. Contatti, Calendario e Posta in Arrivo) avviene tramite un sistema di profilazione molto flessibile che consente di selezionare le singole azioni che ciascun utente può compiere sui vari elementi del nostro spazio di posta.
I profili predefiniti disponibili in Outllok o nella Web App sono:
  • Nessun Privilegio – l’utente può visualizzare solo la cartella e le sottocartelle ma non può esplorare gli elementi al loro interno.
  • Sola Lettura – l’utente può visualizzare la cartella, le sue sottocartelle e gli elementi in esse contenuti. L’utente non può né creare nuovi elementi né modificare o eliminare quelli esistenti.
  • Segretario – l’utente può visualizzare la cartella, le sue sottocartelle e gli elementi in esse contenuti. L’utente può creare nuovi elementi, modificare ed eliminare quelli esistenti ma non può creare sottocartelle.
  • Controllo Completo – l’utente può visualizzare la cartella, le sue sottocartelle e gli elementi in esse contenuti. L’utente può creare nuovi elementi, modificare ed eliminare quelli esistenti e creare sottocartelle
  • Proprietario – l’utente può visualizzare la cartella, le sue sottocartelle e gli elementi in esse contenuti. L’utente può creare nuovi elementi, modificare ed eliminare quelli esistenti e creare sottocartelle. L’utente può impostare i permessi per altri utenti sulle cartelle, come il proprietario.
In aggiunta ai profili predefiniti è possibile attribuire permessi personalizzati, in questo caso il valore del profilo cambierà in Altro. I permessi disponibili sono:
Cartella Visibile – è il permesso indispensabile per poter operare su una cartella contenente elementi di posta
Leggi elementi – consente la lettura degli elementi presenti all’interno della cartella
Crea elementi – consente di creare nuovi elementi all’interno della cartella
Crea sottocartelle – consente di creare sottocartelle all’interno della cartella
Permessi Cartelle – consente di impostare permessi sulle sottocartelle
Modifica elementi:
  • Nessuno – l’utente non può modificare alcun elemento all’interno della cartella
  • Propri – l’utente può modificare solo i propri elementi
  • Tutti – l’utente può modificare tutti gli elementi
Elimina elementi:
  • Nessuno – l’utente non può eliminare alcun elemento all’interno della cartella
  • Propri – l’utente può eliminare solo i propri elementi
  • Tutti – l’utente può eliminare tutti gli elementi
I permessi possono essere impostati su tutte le cartelle di posta, compresa la cartella “radice”. In questo caso è possibile concedere la gestione dell’account ad atri utenti, come descritto in "È possibile aggiungere in Outlook più account Vianova Mail?".

I permessi sono ereditari, ad es. se A contiene B e su B non sono definiti permessi, B eredita i permessi di A. In pratica ogni cartella eredita i permessi dalla prima cartella superiore sulla quale sono stati definiti permessi, a meno che sulla cartella non siano stati definiti permessi che annullano l’effetto di quelli ereditati.
Ad oggi non sono previste integrazioni con servizi esterni.
In alcuni casi può accadere che un componente installato sul proprio PC entri in conflitto col plug-in di Outlook. In questo caso Outlook lo disattiverà automaticamente per evitare un malfunzionamento del software.
Per riattivare il tasto Sincronizza è sufficiente seguire la procedura sotto descritta.

Da Outlook 2010:
  • selezionare Opzioni dal menu File
  • nella finestra Opzioni Outlook selezionare Componenti aggiuntivi
  • selezionare la voce Elementi disattivati dal menu a discesa Gestisci e successivamente il pulsante Vai
  • nella finestra Elementi disattivati selezionare il componente Zarafa plugin e il pulsante Attiva
  • selezionare Chiudi per completare l'operazione.
Da Outlook 2007:
  • selezionare Elementi disattivati dal menu ?
  • nella finestra di dialogo selezionare il componente Zarafa plugin e il pulsante Attiva
  • selezionare Chiudi per completare l'operazione.

Se non hai trovato la risposta che cercavi, inviaci la tua domanda

commenta   segnala